venerdì 11 giugno 2010

Cous Cous D.O.C.

La receta en español en el fondo de pagina



I cuochi si sá..sono sempre restii a farsi fotografare. Non amano mettersi in bella vista. Forse per non oscurare le loro prelibatezze cosí da far ricordare soprattutto i loro piatti piú che il loro viso..Sará per questo, allora, che la mia amica, nonché cuoca eccellente, Meryem, ha preferito che io immortalassi le sue mani occupate ad oscurargli il viso, piú che mostrare il suo sorriso. Beh, modestia a parte...(dopo sono anche riuscita ad avere un suo ritratto), la cuochina si é cimentata in uno splendido, ma soprattutto delizioso, cous cous. le sue origini magrebine non si sono smentite. Le nostre aspettative sono state piú che soddisfatte dalla vista e dal gusto di questo appetitoso piatto arabo.
A dir la veritá, ci siamo anche intrufolati in cucina per carpire i veri segreti sulla sua fattura. Mica capita tutti i giorni di poter assistere alla realizzazione di un cous cous D.O.C.
Benché la mia amica si sia totalmente occidentalizzata, ho apprezzato che le sue tradizioni culinarie non siano state perse nella traversata dello stretto di Gibilterra. :)
Cominciando con una pentola a pressione, fino ad arrivare all'utilizzo del tajine per presentarlo a tavola, abbiamo (mio marito ed io) seguito come sugugi tutti i suoi movimenti...
L'odore della ciplla stufata, quasi caramellata, ricopriva il resto. Il vapore che continuava ad uscire dalla valvola di sicurezza della pentola a pressione continua a fischiare, quasi a richiamare l'attenzione su di se; come una nave che approda nel suo porto e che si annuncia...una nave carica di cose buone...
Intanto ceci, uva passa e spezzatino di vitella gorgheggiavano sul fuoco nel loro brodo dal profumo speziato e dall'oscuro colore dato dalle spezie segrete...
Una volta sgranata la farina di semola e unta con del burro, ne ha fatto un cratere dentro il quale vi ha versato il condimento di carne e legumi ed irrorato con del brodo.
Cosí é arrivato sul nostro tavolo...fumante e appetitoso.
Neanche a dirlo...ce lo siamo pappato tutto...mandorle comprese...che inizialmente dovevano servire solo di adorno.
Una bella giornata con gli amici ed un piatto squisito...un connubio sempre piú raro e per questo ancor piú prezioso...


Ed ecco qui altri due commensali, Mayte e Antonio e la cuoca, come promesso, in tutto il suosplendore...:)
------------------------------------------------------------------------------

Cous Cous

Los chefes, se sabe, no quieren mostrar su cara...quizás para que la qente se fije mejor en sus platos...y será por eso que mi amiga Meryem, excelente chef, no quizo mostrarse sino taparse con sus manos...(pero después lo conseguí).
Como enseña la foto aquí arriba, su tajine estaba lleno de una maravillosa semola de trigo condimentada con garbanzos, cebolla, ternera estofada y almendras salteada como guarnición...que rico estaba...
El olor de cebolla, aquel dulzor que se te pega en la garganta, hacía que nuestro estamago empezase a querer sin más esta deliciosa comida...
Además de esta delicia nos ofreció también un té verde con hierbabuena recien cortada...Todo el sabor magrebí para este almuerzo tan precioso como lo estuvieron de igual manera todos aquellos que participaron...

3 commenti:

  1. Che buono che dev'essere stato e che privilegio poter spiare così da vicino qualcosa nato tanto lontano!

    RispondiElimina
  2. io potrei uccidere per il cous cous.... mi piace da impazzire

    RispondiElimina
  3. uno dei miei piatti preferiti!!
    adoro il cous cous!!
    l'anno scorso in Marocco è stato meraviglioso guardare incantata i gesti per la preparazione di questo splendido piatto!
    il tuo è spettacolare!!!

    RispondiElimina

...benvenuto nella mia cucina...vuoi dirmi qualcosa? Mi interessa quello che pensi!