martedì 29 settembre 2009

Pasta di zucchero



Mi é sempre piaciuto lavorare la creta, modellarla, dipingerla..ma non sempre trovavo il tempo di realizzare cose...
Poi, un giorno, in internet ho trovato una pasta modellabile, commestibile e soprattutto facilmente realizzabile in casa, che avrebbe giustificato il mio impegno nella realizzazione dei modelli nel fatto di essere commestibile!
Cosí ho cominciato a modellarla come la creta e a realizzare adorni per i miei dolci...accanto alcuni fiori in adorno a dei muffin al cacao e vaniglia.
La ricetta per la pasta di zucchero la si trova facilmente in internet, ma di seguito ve la posto.


5 gr di gelatina
un cucchiaio di acqua
500 gr di zucchero a velo
50 gr di miele

Si fa sciogliere la gelatina nell'acqua a fuoco basso, poi vi si aggiunge il miele e una volta sciolto il tutto si puó togliere dal fuoco ed aggiungere a pioggia lo zucchero a velo fino ad ottenere una massa modellabile...e ora buon lavoro, ma sopprattutto buon appetito!!!

Pane dolce all'uvetta


Durante un pomeriggio a casa in compagnia del mio ometto (mio figlio Edoardo di soli 5 mesi), nonostante l'impegnativo carattere del "petit", mi sono concessa un attimo di relax, mentre dormiva, e ho attivato la mia "Alice" (macchina per il pane).

Acqua 340 gr
Farina 600 gr
olio un cucchiaio
pizzico di sale
1 panetto lievito di birra
zucchero qb
uvetta di malaga denza semi qb

Questi gli ingredienti per il mio pane dolce all'uvetta...
Ho messo tutto nella mia fida impastatrice e, una volta impostato il timer, ho lasciato che per ben tre ore impastasse, lievitasse e cuocesse il tutto...
A creazione ultimata, sono stata avvisata da ben dieci (mi sembra) prorompenti Bip!...Era pronto, pronto per essere spalmato di burro e marmellata, o gustato solo nel latte...

Il mio maritino ha apprezzato ed io ne ho condiviso il piacere di mangiarlo appena sfornato, ancora caldo.

...Edoardo deve ancora aspettare, ma presto il bel giorno in cui potrá mangiarlo arriverá.

lunedì 28 settembre 2009

...cominciamo..


Cimentarsi per la prima volta in una nuova esperienza, non é mai semplice..
Deciso di condividere con chi mi segue i miei manicaretti e le mie creazioni, ho pensato di cominciare con un classico della mia terra...la pizza!
Dopo due anni vissuti lontano dal "bel paese", una bella e fumante pizza "casera" ti scalda il cuore e ti inebria di profumo tutta la casa..
La ricetta é della mia mamma, ma "l'aggeggio" per cuocerla é stato un gentile omaggio dei genitori del mio maritino...Un archibugio che forse a voi "italiani" che avete la possibilitá di andare a mangiare la pizza in qualsiasi angolino della vostra cittá puó sembrare un affronto...ma vi assicuro che é un dignitosissimo rimedio casalingo alla mancanza di altro...e ve lo dice una ex studentessa napoletana!
Cominciamo con la massa...Ok, confesso, ho impastato con "Alice", la mia macchina per il pane..ma il risultato é stato, come sempre, ottimo!..
La salsa quella di casa...che profumo...Per cuanto riguarda la mozzarella, beh..dobbiamo accontentarci...un formaggio a pasta molle al posto della succosa mozzarella o fiordilatte nostrano...dipende dai gusti...

..l'archibugio di cui sopra.
..ed infine il risultato!!!!











...presto posteró la ricetta del vero impasto della pizza...ovvero dosi e tempi senza macchina per il pane...


Presto posteró altre ricette, foto e pensieri...